Sicurezza in azienda: sei in regola?

Sicurezza aziendale: sei in regola con la normativa?

Sicurezza in azienda: sei in regola?

Sei titolare d’impresa? Sei in regola con la sicurezza in azienda? Nel post ti spieghiamo in modo semplice la norma e gli adempimenti obbligatori.

Sicurezza in azienda: la normativa

Il d.lgs. 81/2008 è un provvedimento normativo emanato per riordinare e coordinare tutte le norme in materia di salute e di sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro.  

Il decreto stabilisce:

  • le azioni preventive, che devono obbligatoriamente essere adottate
  • gli interventi di miglioramento, che devono essere di conseguenza messi in atto.

In questo senso, vengono inoltre stabiliti gli adempimenti necessari per essere in regola, e per dimostrare che si è affrontato il tema della sicurezza in modo completo e corretto:

  • valutazione dei rischi
  • definizione delle figure incaricate della gestione della sicurezza in azienda
  • formazione dei lavoratori

Sono in capo al datore di lavoro le responsabilità legate al rispetto della norma.

Quali aziende sono interessate

Tutte le aziende, composte da almeno un lavoratore oltre il titolare, sono soggette agli obblighi previsti dal D.lgs. 81/2008.

Chi sono i lavoratori:

  • i dipendenti, qualsiasi tipologia di contratto abbiano
  • i soci delle società
  • gli stagisti
  • i tirocinanti
  • i lavoratori in somministrazione

Chi è esente?

Le aziende che non sono soggette a tutti gli obblighi del Testo Unico (ma solo agli adempimenti previsti dall’ art.21), sono:

  • aziende composte dal solo titolare
  • imprese famigliari (con coadiuvanti e senza altri lavoratori)

 

Sicurezza in azienda: cosa fare per evitare sanzioni

Ogni azienda deve tenere in considerazione tutti gli aspetti della normativa, avviare la propria analisi preventiva e prevedere momenti di aggiornamento. La sicurezza in azienda, non può essere fatta e dimenticata, ma tutte le azioni richieste devono essere aggiornate e implementate costantemente. Nello specifico le azioni complessive da predisporre e monitorare sono:

  • valutazione dei rischi
  • definizione delle figure incaricate della gestione della sicurezza in azienda
  • formazione specifica

Per il datore di lavoro che non rispetta la normativa, ci sono sanzioni sia penali che economiche, che variano in base alla gravità della mancanza.

 

Sicurezza in azienda: l’evoluzione della normativa

Nell’arco di quasi sessant’anni la normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro ha avuto continui aggiornamenti e modifiche, per adeguare la norma all’evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro.

In breve le principali normative di riferimento:

  • la direttiva 89/391/CEE del 12 giugno 1989, già dettava disposizioni più “moderne” di gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro.
  • nel settembre del 1994 è stata pubblicata la famosa “626”, che ha di fatto rappresentato uno “ spartiacque “ importantissimo e innovativo nella gestione delle tematiche relative all’igiene ed agli ambienti di lavoro.
  • ll Testo Unico D.lgs. 81/2008 ha quindi riformato, riunito, armonizzato e abrogato le disposizioni dettate da numerose precedenti normative ( 626 compresa ) in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro

 

Hai bisogno di approfondimenti?

Chiedi il nostro check up gratuito! Avrai a disposizione figure competenti in grado di aiutarti in tutti gli aspetti della normativa.

Contattaci!!

Egidio Agazzi 

035/285134

Egidio.a@cnabergamo.it

 

 

 Potrebbe interessarti anche 

Sicurezza e Ambiente: altri servizi

Formazione per le imprese: obbligatoria e professionale

Bandi aperti per le imprese

Commenta