Misura Turnaround Financing

Misura Turnaround Financing a sostegno di processi di ristrutturazione in atto

Finalità

Sostenere le imprese lombarde che abbiano già avviato un processo di ristrutturazione e che evidenziano un forte potenziale di crescita del business.

Soggetti beneficiari

PMI e Mid Cap lombarde, ad esclusione delle microimprese, che:
– Svolgono attività economiche, come da codice ATECO primario, classificate nei seguenti codici ATECO 2007: B,C,F,G,I,J e, indipendentemente dal codice ATECO primario, le imprese iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia;
– Rientrano in una fattispecie individuate dall’avviso per le imprese, approvato da Finlombarda S.p.A., finalizzate alla continuità/rilancio aziendale che evidenziano un forte potenziale di crescita e che abbiano già avviato un processo di restructuring nel portare a termine con successo la riorganizzazione ed il rilancio aziendale.

Caratteristiche dell’agevolazione

Finanziamento a medio-lungo termine della durata massima di 48 mesi, sotto forma di capitale di debito, assistito da garanzia regionale nella misura del 70% per ogni singolo finanziamento. Qualora nell’istruttoria di merito si evidenzino dei profili di rischio che rendano necessario un apporto minimo di risorse finanziare di terzi siano ritenute non adeguate, si ridurrà proporzionalmente il finanziamento. Il finanziamento è concesso nel limite massimo di €2.000.000,00, il finanziamento e l’investimento minimo è fissato a €500.000,00.

Regime d’aiuto: De Minimis

Interventi ammissibili

Acquisto di immobilizzazioni materiali e immateriali, come definite agli articoli 2423 e seguenti del Codice Civile, finalizzati allo sviluppo aziendale come desumibili dal Programma di investimento presentato. Gli interventi devono essere realizzati unicamente presso la sede operativa ubicata in Lombardia, oggetto di intervento. Gli investimenti dovranno essere realizzati entro 3 anni dalla data del perfezionamento del contratto di Finanziamento.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese, al netto dell’IVA, relative a nuove immobilizzazioni materiali e immateriali, come definite agli articoli 2423 e seguenti del Codice Civile e rientranti del Programma di Investimento. Sono ammissibili anche le opere murarie connesse alle immobilizzazioni materiali e i costi di montaggio e trasporto. Le spese sono ammissibili a decorrere dalla data di pubblicazione del bando.

Procedura

Sportello valutativo secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili sia per la concessione dei finanziamenti che per la concessione della garanzia.

Modalità di erogazione

In un’unica soluzione previa sottoscrizione del contratto di Finanziamento e secondo quanto da esso previsto.

 

Ulteriori informazioni

Per avere maggiori informazioni:

Ufficio Sviluppo Impresa

Stefania Zampatti

stefania.z@cnabergamo.it

Commenta