Linea investimenti aziendali FAST

Linea investimenti aziendali FAST

La linea supporta nuovi investimenti da parte delle imprese, anche al fine di facilitare la fase di superamento della crisi economica conseguente alla crisi sanitaria, che ha investito pesantemente il territorio lombardo.

 

Soggetti richiedenti

PMI aventi un codice ATECO primario appartenente ad una delle seguenti categorie:
C – Attività manifatturiere;
F – Costruzioni;
H – Trasporto e magazzinaggio;
J – Servizi di informazione e comunicazione;
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
PMI iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia, in attuazione del decreto n. 1132 del 17/02/2015, ai sensi della l.r. 31/2008 ART. 13 BIS.

 

Interventi ammissibili

Gli interventi devono essere realizzati unicamente presso la sede operativa ubicata in Lombardia oggetto di intervento. Gli investimenti produttivi devono essere basati su programmi di rinnovamento e/o ampliamento produttivo da realizzarsi nell’ambito di generici piani di sviluppo o riconversione aziendale.

Saranno considerate ammissibili le spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione.

 

Spese ammissibili

Sono ammesse a contributo le spese, al netto dell’IVA, purché funzionali e collegate al progetto:
a) macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
b) sistemi gestionali integrati (software & hardware);
c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati (max 20%);
e) ulteriori tipologie di spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione nel limite del 15% del totale delle spese ammissibili:
1. macchinari relativi ai sistemi di misurazione e controllo della temperatura corporea a distanza, anche con sistemi di rilevazione biometrica;
2. sistemi software e sistemi IOT per il distanziamento e la sicurezza dei lavoratori connessi alle esigenze normative in ambito sanitario;
3. interventi strutturali all’impianto di aerazione della struttura finalizzate al miglioramento della sicurezza sanitaria;
4. rimodulazione e riprogettazione del layout degli spazi di/per lavoro connessi alle esigenze normative in ambito sanitario;
5. spese di consulenza riferite ai punti precedenti.

 

Tipologia ed entità del contributo

L’agevolazione si compone di:
a) un Finanziamento a medio-lungo termine a valere su risorse di Finlombarda e degli intermediari finanziari già convenzionati sulla misura AL VIA;

b) una Garanzia regionale gratuita che assiste il Finanziamento;

c) un Contributo a fondo perduto in conto capitale.

 

Finanziamento
− Importo: tra un minimo di 85.000 euro e un massimo di 760.000 euro;
− Tasso di interesse: pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda e dagli intermediari convenzionati;
− Durata: compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 6 anni, incluso l’eventuale preammortamento;
− Modalità di erogazione: possibilità di anticipazione dal 20% fino al 70% del Finanziamento concesso alla sottoscrizione del contratto.

Il contributo a fondo perduto fino al temine di scadenza del Quadro Temporaneo di cui al successivo punto Regime di Agevolazione è pari al 15% delle spese ammissibili.
L’investimento è fissato tra un minimo di € 100.000 e un massimo di € 800.000.

 

Garanzia
La Garanzia regionale (a costo zero) coprirà a prima richiesta il 70% dell’importo di ogni singolo finanziamento. Il Fondo di garanzia opererà con una leva del 22,5% sui finanziamenti garantiti.

Ulteriori informazioni

Per approfondire le opportunità offerte dal bando, contattaci:

Ufficio Sviluppo Impresa

Stefania Zampatti

stefania.z@cnabergamo.it – 035/285190

Commenta