Bando Faber 2020

Bando FABER 2020: apertura 19 maggio

Se sei in procinto di effettuare investimenti finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi, il prossimo Bando Faber 2020 ti potrebbe interessare. Scopri di più.

 

Finalità del bando

L’intervento è finalizzato a sostenere le micro e piccole imprese manifatturiere, edili e artigiane per la realizzazione di investimenti produttivi, mediante l’acquisto di nuovi macchinari, impianti di produzione e attrezzature in adeguati programmi di investimento aziendali volti a:
– raggiungere le condizioni ottimali di produzione;
– massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia, l’acqua;
– ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali e applicando concretamente l’innovazione ambientale nei processi produttivi.

 

Dotazione finanziaria

€ 5.000.000 con un overbooking del 100%.

 

Soggetti beneficiari

Micro e piccole imprese (secondo la definizione di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651/2014 del 17 giugno 2014) manifatturiere, edili e dell’artigianato aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia, attive da almeno 24 mesi alla data di presentazione della domanda.
Le imprese artigiane devono essere iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese delle Camere di Commercio.
Le imprese manifatturiere devono avere un codice Ateco appartenente alla sezione C (ATTIVITÀ’ MANIFATTURIERE) e quelle edili alla sezione F (COSTRUZIONI).
Tra le imprese dell’artigianato sono escluse le sole imprese artigiane afferenti al codice Ateco sezione A (AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA). Indipendentemente dal codice Ateco primario, sono ammissibili le imprese iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia. Il codice Ateco ammissibile deve essere riferito alla sede oggetto di intervento (sede operativa o unità locale).

 

Progetti finanziabili

Sono ammissibili investimenti in impianti, macchinari e attrezzature innovativi finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi.
Gli interventi dovranno essere realizzati e rendicontati entro il termine massimo del 16 dicembre 2020.
Sono da considerarsi ammissibile le spese sostenute successivamente dalla data di pubblicazione della delibera (25 febbraio 2020).

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le spese, al netto dell’I.V.A, relative all’acquisto e relativa installazione (ivi compresi montaggio e trasporto) di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali, come definite agli articoli 2423 e seguenti del Codice Civile, che riguardano:

a) nuovi macchinari, nuovi impianti di produzione e nuove attrezzature strettamente funzionali all’obiettivo del progetto;

b) nuove macchine operatrici come definite all’art. 58 del D.lgs. 285/1992 “Nuovo codice della strada” e relative attrezzature;

c) beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali «Industria 4.0»;

d) opere murarie strettamente connesse all’installazione dei beni materiali di cui alla lettera a) entro un limite massimo del 20%;

e) formazione per i dipendenti dell’impresa strettamente connessa all’introduzione e utilizzo dei macchinari, delle macchine e dei beni immateriali di nuova installazione entro il limite del 10% della somma di cui alle lettere a), b) e c);

f) strumenti e macchinari per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali e sistemi di misura e controllo della temperatura corporea a distanza anche con sistemi di rilevazione biometrica, solo se in aggiunta all’acquisto di uno o più beni direttamente connessi alla produzione di cui alle voci di costo a) e b) entro il limite del 20% della somma di cui alle lettere a), b) e c).

Le voci di costo a), b) e c) ammissibili sono esclusivamente quelle contenute negli elenchi forniti nell’Allegato B.
Le fatture elettroniche devono necessariamente riportare la dicitura “Spesa sostenuta a valere sul Bando FABER 2020 di Regione Lombardia” e il relativo codice CUP.

Intensità di aiuto e tipo di contributo

Contributo a fondo perduto pari al 30% delle sole spese ammesse.
Il contributo è concesso nel limite massimo di 35.000 euro e l’investimento minimo è fissato in 25.000 euro.

 

Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione può essere presentata solo online su www.bandi.servizirl.it dalle ore 10:00 del 19/05/2020 ed entro le ore 12:00 del 19/06/2020.

 

Procedura

Procedura valutativa a sportello: le domande saranno valutate in ordine cronologico di invio della richiesta al protocollo come registrata dalla procedura online.

 

Rendicontazione

L’agevolazione prevede un’unica erogazione a saldo entro 90 giorni solari dalla data di invio della richiesta di erogazione.

 

Ulteriori informazioni

Per approfondire il bando:

Ufficio Sviluppo Impresa

Stefania Zampatti

stefania.z@cnabergamo.it – 035/285190

Commenta