Bando Lombardia per il cinema

Bando “Lombardia per il cinema”

Il bando si pone l’obiettivo di sostenere le imprese operanti nel settore della produzione audiovisiva e cinematografica in Lombardia con l’obiettivo di rafforzare e migliorare la competitività delle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, favorire l’attrazione e l’incremento di investimenti idonei a sviluppare l’indotto e l’occupazione, promuovere la conoscenza del patrimonio culturale, paesaggistico e naturale della Regione.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

3 milioni di euro, così suddivisi:

  • Linea A: € 2.400.000,00 per lungometraggi e opere seriali sia di finzione sia di animazione
    • A1: lungometraggi (fiction e animazione)
    • A2: opere seriali (fiction e animazione)
  • Linea B: 600.000,00 per documentari singoli o seriali, realizzati anche con tecniche di animazione
    • B1: documentari
    • B2: documentari seriali

 

SOGGETTI RICHIEDENTI

Micro, piccole e medie imprese, attive, che alla data di presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere codice, primario o secondario, ATECO 2007, J 59.11, codice NACE J 59.11 al Registro delle Imprese o ad un registro equivalente in uno Stato membro dell’Unione Europea;
  • essere costituite da non meno di due anni a far data dalla presentazione dell’istanza, con al meno due bilanci depositati o, nel caso di soggetti non tenuti al deposito del bilancio, con almeno due dichiarazioni fiscali presentate;
  • essere produttori indipendenti;
  • essere produttori unici o coproduttori dell’opera audiovisiva presentata nella misura minima del 10% nel caso di coproduzioni internazionali o del 20% nel caso di coproduzioni nazionali, o avere un contratto di produzione esecutiva con la società di produzione dell’opera audiovisiva;
  • avere già una sede operativa oggetto dell’intervento in Lombardia (rilevabile nella visura camerale) o impegno ad attivarne una entro i termini previsti per l’erogazione dell’acconto e/o saldo dell’agevolazione;
  • non avere ancora avviato in Lombardia i lavori relativi alla produzione audiovisiva per i quali richiede il contributo.

 

TIPOLOGIA ED ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

Si tratta di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 50% delle spese di produzione sostenute in Lombardia, fatta salva la soglia di contributo massimo concedibile per ciascuna categoria:

  • 1: € 250.000,00 per lungometraggi di finzione o animazione
  • 2: € 300.000,00 per opere seriali di finzione o animazione
  • 1: € 75.000,00 per documentari singoli
  • 2: € 150.000,00 per documentari seriali

 

PROGETTI E SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili ad agevolazione le opere audiovisive afferenti alle categorie sottoindicate:

  • Linea A
    • 1 lungometraggi di finzione e animazione con una durata minima di 52 minuti
    • 2 opere seriali di finzione e animazione
  • Linea B
    • 1 documentari con una durata minima di 52 minuti
    • 2 documentari seriali

Sono esclusi dal presente bando i progetti di realizzazione di:

  1. Cortometraggi
  2. Trasmissioni di eventi (teatrali, musicali, culturali, sportivi, ecc.), anche in diretta
  3. Progetti a carattere informativo e di reportage
  4. Progetti pubblicitari
  5. Prodotti televisivi (format, reality, talent show, game).

 

Sono ammissibili le seguenti spese sostenute direttamente dal beneficiario per la produzione in Lombardia dell’opera audiovisiva oggetto di agevolazione:

  1. Spese di personale dipendente: maestranze, personale tecnico e personale artistico del settore audiovisivo residente in Lombardia;
  2. Prestazioni effettuate da professionisti del settore audiovisivo: titolari di partita IVA e residenti in Lombardia;
  3. Spese per fornitura di beni e servizi direttamente connessi con la produzione dell’opera audiovisiva in Lombardia, resi da operatori economici con sede legale o operativa in Lombardia.

È inoltre riconosciuto il tasso forfettario del 7% dei costi diretti ammissibili del progetto, come risultante dalla somma delle spese di cui alle suddette categorie A, B e C, per la copertura dei costi indiretti del progetto e quindi senza obbligo di rendicontazione.

 

Tutte le spese, per essere ammissibili, devono essere sostenute dal soggetto beneficiario, successivamente alla data di presentazione della domanda di contributo (a seguito dell’ottenimento del codice CUP) ed entro 18 mesi (24 mesi per i progetti di animazione) a decorrere dalla data di pubblicazione della graduatoria dei progetti.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

È possibile presentare la domanda di agevolazione dalle ore 10.00 del 26 ottobre 2023 fino alle ore 16.00 del 18 gennaio 2024, esclusivamente in forma telematica accedendo alla piattaforma Bandi Online raggiungibile all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it.

 

TIPOLOGIA DI PROCEDURA

Valutativa a graduatoria.

 

SCOPRI DI PIU’

 

PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI

Andrea Della Valentina

035/285.198

andrea.d@cnabergamo.it

 

A cura di /

comunicazione@cnabergamo.it

Commenta